Dopo aver scelto l'Oktoberfest più vicino ai nostri gusti e più adatto alle nostre esigenze, bisogna pensare all'organizzazione del viaggio.

Come raggiungere la nostra destinazione?
Oktoberfest in PullmanÈ meglio muoversi con la propria auto, da soli, con il partner o con un paio di amici? o magari affidarsi ad uno dei tanti viaggi in pullman organizzati ad hoc? O forse scegliere uno dei tanti voli low cost? Quest'ultima soluzione è la meno pratica.
L'aereo, anche se può sembrare un controsenso, è poco indicato, soprattutto se avete poco tempo: i voli offerti dalle compagnie low cost impongono orari particolari, alquanto rigidi e di conseguenza poco adatti a chi vuol partecipare all'Oktoberfest. Senza contare che far coincidere gli spostamenti da e per aeroporto, hotel e festa è alquanto impegnativo, o perlomeno stressante: ricordatevi che l'aeroporto di Monaco dista 45 minuti di treno dal centro della città !! Anche se tenete alla vostra indipendenza, volete salvaguardare una certa libertà di movimento e non volete passare giornate intere in viaggio, la scelta migliore sembra esser quella che preveda lo spostamento in pullman.

I bus GT partono dalle principali città italiane - in genere a ridosso del fine settimana - e vi conducono praticamente all'ingresso dell'evento. Talvolta, inoltre, prevedono anche un accompagnatore/guida: avere un punto di riferimento, quando si visita una località straniera, è sempre importante. Soprattutto se non si conosce il tedesco. È vero che la libertà non ha prezzo, ma qualche conto prima di partire è meglio farlo.
Guidare un'auto, oggi più che mai, è estremamente dispendioso: tra pedaggi autostradali, costo del carburante e costi di usura e manutenzione, si spende un piccolo patrimonio. Da Milano a Monaco, ad esempio, ci sono circa 500 km. Ciò significa una spesa di almeno 100 euro. Con un viaggio in pullman, si riesce a cavarsela con molto meno e si riesce ad evitare lo stress per le possibili code, la stanchezza per il viaggio, le difficoltà d'orientamento se non si è autisti provetti e, cosa non meno importante, il rischio di rimanere coinvolti in qualche incidente o di prendere qualche contravvenzione. Inoltre, una volta arrivati alle porte dell'Oktoberfest, bisogna trovare parcheggio.
È vero che spazio ce n'è in abbondanza, ma trovare posteggio non è sempre così immediato. E non e poi così immediato ritrovare la propria auto in mezzo a migliaia di altre autovetture.

Non dimenticate poi, che mettersi in auto dopo una giornata passata a gozzovigliare tra i vari stand della birra potrebbe essere molto, molto pericoloso (ricordate, inoltre, che i controlli per guida in stato d'ebbrezza sono molto frequenti e le sanzioni altrettanto severe). Ne vale davvero la pena? L'Oktoberfest è un momento di spensieratezza e di gioia, un'esperienza da raccontare (magari mostrando orgogliosi il proprio boccale originale), e non dovrebbe essere minato da nessun episodio spiacevole.

Scegliere di viaggiare in pullman, dunque, vi libera da una bella serie di grane e preoccupazioni. Potete ribattere che i viaggi in pullman sono lunghi e spesso noiosi, ma armatevi di entusiasmo e siate positivi: durante il tragitto, avrete la possibilità di stringere amicizia con gente nuova che condivide i vostri stessi interessi!
In fondo, non dimenticate, che socializzazione e convivialità sono alcuni dei pilastri della festa!
Se le relazioni sociali non vi interessano, dedicatevi alla lettura di un libro o mettetevi comodi e rilassatevi ascoltando la vostra musica preferita dal vostro lettore mp3.
Infine, va tenuto conto che, spesso, chi acquista un pacchetto Oktoberfest ha anche la possibilità di prenotare i vari stand. Oltre ai tavoli, è bene prenotare, con un certo anticipo, anche un albergo.
Nei giorni della festa, trovare una stanza libera è facile come trovare un ago in un pagliaio!